CONSORZIO IMPRESA ha sviluppato una tecnologia innovativa caratterizzata dall’impiego di prodotti totalmente atossici e biodegradabili in grado di ottemperare agli obblighi di legge sia per l’aria che per l’acqua in modo rapido, non invasivo e soprattutto economica

SANIFICAZIONE: NUOVE FRONTIERE

La salute delle persone e la salubrità dei luoghi in cui si trascorre gran parte della nostra giornata da sempre hanno ricoperto una grande importanza nella nostra vita, ancor più oggi dove la mobilità della gente nel mondo e i mutamenti climatici rendono più problematica e difficile la salvaguardia di questo principio fondamentale.

La legge ha recepito questa importanza e in questi ultimi decenni ha intensificato la propria attenzione nei confronti di questa tematica come dimostra il Dlgs 81/08 relativo alla normativa sulla sicurezza in cui sono indicate quali devono essere le caratteristiche che un luogo di lavoro deve rispettare. Gli articoli compresi dal 62 al 66, individuano quali siano gli aspetti (strutturali, microclimatici, ecc.) a cui devono attenersi gli ambienti per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori.

La tendenza a focalizzare l’attenzione sulla prevenzione è testimoniata anche dal D.D.G.S. Regione Lombardia n.1751 del 24.02.09 e dalla Legge Regionale 38/2008 art. 2, che sanciscono l’obbligo,  della disinfezione annuale degli impianti di climatizzazione, cosi come il Dlgs 31/2001 che sancisce quali devono essere i parametri da rispettare sulla qualità dell’acqua fornita al pubblico all’interno di un edificio e il relativo obbligo di monitorarne la qualità, indicando anche alcune semplici regole di profilassi soprattutto contro la legionella la cui inosservanza può comportare pesanti conseguenze sotto il profilo penale e civilistico (risarcimento del danno).

CONSORZIO IMPRESA ha sviluppato una tecnologia innovativa caratterizzata dall’impiego di prodotti totalmente atossici e biodegradabili in grado di ottemperare agli obblighi di legge sia per l’aria che per l’acqua in modo rapido, non invasivo e soprattutto economico.

La nostra attività impiega un metodo ideale per chi desidera avere un ambiente di lavoro o di vita quotidiana caratterizzato da un Rischio Infettivo Minimo, garantendo e certificando la risoluzione dei problemi derivanti dall’esposizione quotidiana alle cariche batteriche.

__________

ARIA

Il sistema di disinfezione di aria e superfici è basato sull’atomizzazione di perossido d’idrogeno stabilizzato in laboratorio, senza l’utilizzo di metalli pesanti, mediante l’ausilio di dispositivi certificati CEE che consentono di abbattere la carica batterica fino al 99,99%.

Questo sistema si basa sull’utilizzo di un apparecchio, appositamente progettato per atomizzare il composto disinfettante in modo da saturare le U.T.A., le condotte aerauliche e gli ambienti. Il sistema pertanto è in grado di disinfettare qualunque superficie e/o oggetto a contatto con l’aria senza dover procedere a risciacqui o areazioni di locali.

Ambiente contaminato
La condizione iniziale vede la presenza di batteri, virus e spore all’interno dell’ambiente e dei sistemi di climatizzazione da trattare. La macchina inizia l’erogazione del disinfettante e la concentrazione di H2O2 nell’aria aumenta rapidamente.

Atomizzazione di H2O2
Le capacità di erogare enormi quantità di micro particelle con grandezze inferiori ai 0,3 micron, aumenta esponenzialmente la superficie di contatto, amplificando l’effetto di disinfezione, riducendo i consumi di disinfettante e i tempi di contatto ed erogazione, a garanzia di un risultato di abbattimento microbico perfetto e sempre ottimale.

Interazione
Il gas si diffonde rapidamente nell’ambiente e contemporaneamente si producono i radicali ossidrilici OH- responsabili dell’azione biocida del prodotto. Il composto erogato a base di solo perossido di idrogeno si diffonde uniformemente su ogni cm2 di superficie libera presente nell’ambiente e per ogni volume d’aria, senza generare umidità, corrosione e residui.

Lisi
L’azione del disinfettante inizia al livello della parete cellulare di virus e batteri che viene rapidamente aggredita e disgregata.

Penetrazione
Non appena i radicali ossidrilici altamente ossidanti incontrano le membrane dei batteri che contengono calcio e cloruro di sodio (NaCl), si depositano, e lo ione OH- trasforma il cloro chimicamente stabile nella membrana in Cloro attivo (Cl2), determinando la distruzione della membrana batterica e inibendo al batterio stesso la possibilità di rigenerarsi.

Aggressione del DNA
Le dimensioni ridotte dei composti del disinfettante aumentano l’effetto di nucleazione a livello di citoplasma dei micro organismi. Per questo si ha un aumento dell’effetto battericida di 1 milione di volte (106).

Ambiente decontaminato
L’effetto biocida è terminato. Tale trattamento non genera la formazione di Composti Organici Volatili e la sua degradazione è rapida e superiore al 99,99 % in pochissimo tempo (circa 15 minuti). Il composto erogato a base di solo perossido di idrogeno si diffonde uniformemente su ogni centimetro quadrato di superficie libera presente nell’ambiente e per ogni volume d’aria senza generare umidità, corrosione e residui.

__________

ACQUA

Le infezioni causate dai batteri nell’acqua e soprattutto dal batterio della legionella, in particolare le polmoniti (malattia dei legionari), sono considerate un problema emergente nella Sanità Pubblica, tanto che sono sottoposte a sorveglianza speciale da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e della Comunità Europea.

Le legionelle sono batteri mobili, che si trovano in natura nell’acqua di fiumi e laghi e che nei sistemi di acqua  condottata possono trovare l’habitat ideale per moltiplicarsi. Le legionelle amano gli ambienti umidi e per questo motivo possono facilmente svilupparsi negli impianti idrici (in particolare nei boiler dell’acqua calda e in quei settori degli impianti dove l’acqua ristagna a lungo).

Le legionelle possono causare malattia che in soggetti debilitati o immunodeficienti può dar luogo ad una grave polmonite, che può essere letale nel 10% dei casi

La nostra società può sanificare la rete idrica, con disinfettanti di nuova generazione privi di metalli pesanti e biodegradabili al 100%, garantendo non solo la sanificazione dell’acqua ma anche il non incremento degli eventuali fenomeni di degrado corrosivo già in atto delle linee/impianti interessati dal trattamento.
La metodologia consiste nell’iniettare i disinfettanti nella rete di distribuzione dell’ACS e AFS, utilizzando il prodotto idoneo a seconda che si tratti di un trattamento shock o di un trattamento di mantenimento.  La quantità di prodotto verrà dosata all’interno della rete idrica per essere sufficiente alla sanificazione completa della rete idrica della struttura, fino all’ultimo rubinetto presente.
Il prodotto biodegradabile a base di perossido d’idrogeno reagisce molto velocemente disintegrandosi in idrogeno ed in acqua, senza la formazione di sottoprodotti aumentando la quantità di ossigeno nell’acqua. Il Perossido d’Idrogeno agisce come batteriostatico legandosi con i gruppi sulfidrilici della superficie cellulare, denaturandone le proteine e come battericida legandosi ai gruppi tiolici del DNA impedendone la replicazione. Il meccanismo di disinfezione è basato sul rilascio di radicali liberi di ossigeno: H2O2 →H2O+O2 che decompongono gli inquinanti lasciando solo e soltanto acqua. I radicali liberi svolgono così sia un attività ossidativa che di disinfezione rimuovendo adeguatamente i microorganismi.

Al termine di ogni intervento verrà rilasciato il “Certificato di sanificazione e pulizia” corredato da immagini fotografiche e gli esiti delle campionature microbiologiche a testimonianza dei risultati ottenuti.

Noi di CONSORZIO IMPRESA restiamo a completa disposizione per qualunque chiarimenti o approfondimento in merito.

____________________________________________